Il cedolino pensione di dicembre è più ricco: tredicesima, aumento e tanto altro

Manca poco al pagamento delle pensioni di dicembre e il cedolino dell’ultimo mese dell’anno sarà molto ricco. Non ci saranno solo i pagamenti che si ripetono ogni fine anno, ma anche qualche novità.

Il cedolino della pensione di dicembre è molto ricco e ci saranno sorprese piacevoli per molti pensionati. Quello di dicembre, infatti, potrebbe rivelarsi il più ricco dell’anno.

Gli importi sanno pagati a partire dal 1° dicembre, sia per chi riceve la pensione tramite che le Poste Italiane sia per i pensionati che ricevono l’accredito in banca.

Nel cedolino di dicembre ci saranno non solo i soliti pagamenti che si ripetono ogni fine anno, ma anche alcuni pagamenti straordinari che sono stati introdotti da norme recenti.

Nel testo, analizzeremo il contenuto del cedolino pensione dicembre, quando avvengono i pagamenti, a chi spettano gli aumenti e anche come consultarlo in anticipo sul sito web dell’Inps.

Cedolino pensione di dicembre più ricco: ecco tutte le novità di fine anno

L’Inps ha annunciato la disponibilità del cedolino della pensione del mese di dicembre, ovvero il documento che permette ai pensionati di verificare l’importo erogato e di conoscere anche le ragioni per cui esso può variare.

Il cedolino di dicembre potrebbe essere il più ricco dell’anno: tra la gratifica natalizia, ovvero la tredicesima, i conguagli, il bonus una tantum, gli aumenti e la quattordicesima.

Iniziamo parlando del ricalcolo della perequazione relativo al 2023, in base all’indice stabilito dall’ISTAT, nella misura dell’8,1%. Ciò comporterà un aumento della pensione nel cedolino di dicembre.

Oltre a ciò, bisogna aggiungere il pagamento della tredicesima mensilità e solo per chi ne ha diritto anche della quattordicesima e del bonus una tantum. Inoltre, dobbiamo considerare anche gli eventuali conguagli scaturiti dal Modello 730.

Si tratta di una serie di fattori che contribuiscono a rendere il cedolino pensione del mese di dicembre molto ricco, di nome e di fatto.

Tredicesima, bonus una tantum e conguagli

Nel mese di dicembre viene pagata la tredicesima mensilità o, più comunemente conosciuta con il nome di gratifica natalizia. A chi spetta? Ricevono la tredicesima i pensionati titolari di pensione di vecchiaia, i titolari di invalidità o inabilità civile, contestualmente all’assegno pensionistico del mese.

Così come la pensione, anche la tredicesima sarà aumentata dello 0,8%. I titolari di pensione minima riceveranno l’aumento di +1,5% se hanno meno di 75 anni d’età e di +6,64% se hanno più di 75 anni d’età, in aggiunta all’importo della pensione aumentato a 600 euro.

Inoltre, sono circa 346 mila i pensionati che riceveranno anche il bonus una tantum del valore di 154,94 euro. L’importo aggiuntivo è stato introdotto dal 2001, dall’articolo 70, della Legge n. 388/2000. A chi spetta? L’importo aggiuntivo spetta ai titolari di pensioni delle:

  • Gestioni private;
  • Spettacolo;
  • Sportivi professionisti.

L’importo complessivo, però, non deve superare il trattamento minimo e i redditi devono soddisfare le condizioni previste dalla legge.

Nel mese di dicembre continuano anche i rimborsi oppure le trattenute, in base alle risultanze della dichiarazione dei redditi. Alcuni pensionati, infine, potranno anche ricevere il pagamento della quattordicesima.

A chi spetta? la quattordicesima sarà pagata ai pensionati che rispettano i seguenti requisiti:

  • 64 anni di età dal 1° agosto al 31 dicembre 2023;
  • Dal 1° luglio 2023 (pensioni della Gestione pubblica) al 31 dicembre 2023;
  • Titolarità della pensione nel corso dell’anno 2023.

Quando vengono pagate le pensioni

Il pagamento delle pensioni del mese di dicembre 2023 arriverà con il primo giorno del mese, per gli accrediti bancari. Per chi, invece, ritira la pensione in contanti anche alle Poste Italiane, è necessario rispettare il consueto calendario scaglionato per cognome.

Il calendario del mese di dicembre è il seguente:

  • Dalla A alla C: 1° dicembre;
  • Dalla D alla K: 2 dicembre (solo la mattina);
  • Dalla L alla P: 4 dicembre;
  • Dalla Q alla Z: 5 dicembre.

Come consultare il cedolino pensione

Ogni mese, tutti i pensionati possono consultare in anticipo il cedolino pensionistico per conoscere, in dettaglio, il rateo di pagamento.

Il cedolino della pensione si può consultare online, sul sito dell’Inps. Si deve attendere circa il giorno 20 del mese, per visualizzare l’importo del cedolino della pensione.

Come controllarlo in anticipo? L’Inps provvede ad effettuare il calcolo mensile della pensione, entro il 15 di ogni mese. Per utilizzare il servizio online, sul sito dell’Inps, è necessario autenticarsi tramite la propria identità digitale: Spid, Cie o Cns.

Una volta effettuato l’accesso, il servizio permette di consultare il cedolino pensione, verificare l’importo dei trattamenti, in modo dettagliato, e conoscere anche le ragioni per cui l’importo può variare. Inoltre, si può accedere anche ad altri servizi di consultazione, certificazione e variazione dei dati.

Il cedolino può essere anche scaricato e, eventualmente, stampato. Inoltre, l’Inps invia il documento anche via e-mail, a chi ha confermato il proprio indirizzo di posta elettronica.

Developer
Developer
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.
Seguici
157,000FansLike
724FollowersFollow
630FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui